Antica Pasticceria Muzzi, storia di un dolce amore diventato un successo mondiale

Share

Tommaso Muzzi, vero fondatore dell’azienda di Foligno, conquistò sua moglie Loredana con un maritozzo alla panna. Oggi, queste delizie sono tra le più richieste in Italia e all’estero. Il Re rimane il Panettone    

di Emanuela De Pinto

In un’altra vita sarebbe stata una pilota, invece è la Regina dei dolci. Complice un maritozzo alla panna che Tommaso Muzzi le offrì a un appuntamento galante prima di chiederle la mano. A quei tempi, non si vedevano certe delizie a Trento, e fu subito amore. A raccontarlo è la signora Loredana Muzzi Ferrarese, titolare dell’Antica Pasticceria Muzzi.

La storia di questa azienda inizia nel 1795, a Foligno, con i confetti all’anice: gioielli di zucchero della Corte de’ Trinci. Il forno per la pasticceria fresca arriva nel XX secolo. Oggi, dopo molte generazioni, la maestria e l’ingegno imprenditoriale di Filippo e Andrea, figli di Tommaso e Loredana Muzzi, hanno portato il marchio aziendale oltre i confini regionali, rilevando altre ditte specializzate in alta pasticceria e formando così il Gruppo che comprende l’Industria Dolciari Borsari (Idb), con sede a Badia Polesine (Ro), l’Antica Pasticceria di Foligno e la G. Cova Panettoni (Mi). Una rete di 160 agenti di vendita, 270 dipendenti e un fatturato da 30milioni di euro l’anno.

Non lasciatevi impressionare dai numeri, in casa Muzzi tutto ha ancora il sapore della tradizione. L’industrializzazione non ha alterato caratteristiche e gusto dei dolci, ha solo migliorato organizzazione e gestione. Nel punto vendita di via Roma, a Foligno, incontriamo la signora Loredana, oggi presidente del Consiglio d’Amministrazione del Gruppo Muzzi, in compagnia del nipote Ludovico, 11 anni, figlio di Filippo. “Sono nata a Trento in una famiglia di piloti, e sono stata la prima in città a prendere la patente. Poi, a 22 anni, ho sposato Tommaso Muzzi e la mia vita è cambiata”.

Oggi i dolci firmati Muzzi sono un capolavoro riconosciuto in Italia e all’estero, grazie a una forte innovazione tecnica, a continui studi per realizzare sempre nuove prelibatezze, a un’équipe di nutrizionisti e all’osservanza di rigide norme igienico-sanitarie che fanno dell’azienda una realtà certificata. Nella sede di Campello sul Clitunno, è già tempo di panettoni. Il Re dei dolci Muzzi viene confezionato qui, prima di finire nelle migliori pasticcerie del Centro e Sud Italia. Quello tradizionale, con uvetta e canditi, rimane il più richiesto. Ma se volete stupire, dovete solo scegliere: pere e cioccolato, marron glacé e uvetta, con crema al limoncello o al pistacchio. E poi la linea dedicata ai grandi calici: il panettone al Passito di Pantelleria, al Sagrantino Docg, al Moscato d’Asti, al Selvarossa e allo Champagne. Fino al gusto d’avanguardia che strizza l’occhio a un target più giovane: il panettone alla birra.    

Si gustano con gli occhi, prima ancora che con il palato, le tavolette di cioccolato Muzzi: come quelle al tè verde, al latte e al sale rosa dell’Himalaya, gianduia e zenzero candido, cioccolato fondente e caffè Jamaica Blue Montaine, con frutti di bosco, al cioccolato bianco e uva bianca. Un dolcetto per ogni momento della giornata. L’angolo del tè merita una pasticceria raffinata, come i biscotti di pastafrolla Meliga, ultimi nati in casa Muzzi. Grande cura nel packaging, che rimane tradizionale, elegante, ma seguendo le nuove tendenze.  

Per la pasticceria fresca, in via Roma a Foligno, classici intramontabili sono la Torta Sacher e la Torta della Nonna con mandorle, crema cotta, gocce di cioccolato e pasta frolla. Nuova creazione è la Crostata al Cioccolato, ghiottoneria per i più golosi: pasta frolla al cacao e un ripieno di morbidissima ganache al cioccolato.

Sfogliando il catalogo ci si perde in un mondo di dolcezze. La linea dei lievitati, fatta con ingredienti tradizionali (uova consegnate giornalmente, cedro diamante calabrese, scorzone di arancia fresca siciliano, panna fresca degli alpeggi trentini, vaniglia naturale del Madagascar e oli essenziali) è dedicata a Tommaso Muzzi, vero fondatore dell’Antica Pasticceria Muzzi. Si può leggere anche un ringraziamento dei figli Filippo, Alfonso e Andrea. “Grazie a nostro padre che ci ha trasmesso il vero senso dell’amore e del sacrificio per il lavoro. Le nostre radici sono salde”.

Una storia che è partita dall’Umbria e che oggi viaggia nel mondo: i panettoni Muzzi sono venduti in tutta Europa, (ne vanno matti gli inglesi), in Australia, Stati Uniti, Brasile e Messico. Il futuro dell’Antica Pasticceria Muzzi è anche Ludovico, che guarda le torte in vetrina e indica le sue preferite. L’amore per i dolci che si tramanda di padre in figlio. Ancora una volta, come duecento anni fa.

Per scoprire tutte le delizie in produzione, cliccate sul sito pasticceriamuzzi.com

(A cura di BrandPress)

Share

You might also like More from author

2 Comments

  1. MICHAEL ROMANO says

    I CANNOT FIND ANYONE IN NORTHERN CALIFORNIA U.S.A. WHO CARRIES YOUR PANNETONE WITH THE MOSCATO INFUSED BREAD. IT IS THE WORLD’S BEST AND BELIEVE ME…I HAVE BEEN EVERYWHERE AND EATEN EVERYTHING…NOTHING COMPARES…I NEED THREE FOR CHRISTMAS PLEASE ..TELL ME COST AND SHIPPING TO CALIFORNIA AND YOU OWN ME! IF YOU WISH ANYTHING FROM CALIFORNIA…JUST ASK!
    THANK YOU MICHAEL ROMANO AND A LOT OF FAMILY…

    1. william montagnani says

      Dear Michael. I’ve just read your message and I don’t know if you’ve already solved your question, if not I can do something for you as I live not far from the producer of the cake you’re writing about(panettone, to be precise). I was in Los Angeles many years ago, but only for three days, so I don’t know anything I want from California, but suggestions are welcome….William

Leave A Reply

Your email address will not be published.