L'informazione agroalimentare in Umbria

Agricoltura biologica, pronti 34milioni con la Misura 11 del nuovo Psr

Share

Obbligo di aggiornamento professionale, priorità nei criteri di selezione e tabelle premi. Lo speciale di Cia Umbria

di Redazione

Un bando cotto e mangiato, è il caso di dire. Pubblicato il 12 giugno, con scadenza tre giorni dopo, il 15 giugno, il bando della Misura 11 del nuovo Psr è rivolto ai produttori del biologico. Per chi non avesse fatto in tempo a fare domanda non c’è da preoccuparsi: il bando verrà riaperto anche il prossimo anno, e presumibilmente per tutto il quinquennio 2014-2020. Cia Umbria ha pensato bene di approfondire l’argomento con uno “Speciale Psr biologico” per spiegare meglio e in modo dettagliato ai partecipanti come si articola.

Intanto, diciamo subito due cose: la prima è che basta anche un solo ettaro di terreno coltivato biologicamente per avere diritto agli incentivi previsti dal nuovo Psr 2014-2020 della Regione Umbria. La seconda è che sono disponibili risorse importanti: ben 34milioni di euro da spalmare in cinque anni.  Come partecipare e quali sono i requisiti necessari? Andiamo con ordine. Beneficiari del bando sono gli agricoltori in attività, detentori di partita Iva agricola, che introducono o adottano il metodo di produzione biologica su superfici agricole nell’ambito territoriale della regione dell’Umbria.

Condizioni di ammissibilità

Il possesso/detenzione dei terreni da assoggettare agli impegni deve essere disponibile a titolo legittimo ed esclusivo, fin dall’assunzione degli impegni, nelle sole forme della proprietà, affitto e usufrutto. I contratti di affitto devono essere registrati fin dalla data di presentazione della domanda di sostegno e protocollati nel Fascicolo Sian (Sistema Informativo Agricolo Nazionale). La superficie minima ammissibile per accedere alla misura 11 è pari ad almeno 1 ettaro.

In caso di presenza di zootecnia pascoliva il carico Uba/ha (Unità di bestiame adulto) dovrà essere maggiore di 0 e inferiore o uguale a 2. Per il calcolo delle Uba/ha (unità di bestiame adulto) di superficie agricola utilizzata (Sau) vengono considerate le superfici a foraggere ricadenti nel territorio delle seguenti regioni: Umbria, Marche, Toscana e Lazio. Le superfici investite a pascolo e prato-pascolo sono eleggibili a premio solo per le aziende zootecniche così come definite dal bando (cioè in Uba/ha).

Impegni da assumere

Le aree destinate all’obbligo dell’Efa (Aree di interesse ecologico) non sono eleggibili a premio, ma rimangono assoggettate al rispetto degli impegni. E’ obbligatoria la compilazione del Registro aziendale elettronico. Gli impegni dovranno essere rispettati per tutta la durata del quinquennio, dal 16 giugno 2015 al 15 giugno 2020, sulle stesse particelle iniziali che hanno beneficiato del sostegno. Il cambio di beneficiario è ammesso solo dopo la concessione dell’aiuto.

E’ consentito, comunque, nel rispetto dei massimali di premio (€ 600/ha/annuali, € 900/ha/perenni specializzate, € 450/ha/altri usi), combinare le sottomisure della Misura 11 con gli interventi della misura 10 del Psr. Non sono previsti criteri di selezione particolari. Se le risorse finanziarie risultassero insufficienti a liquidare tutte le domande sarà data priorità a quelle con impegno in area Zvn (Zona vulnerabile ai nitrati) e, a seguire, a quelle con maggiore superficie a impegno.

Gli interventi sono applicabili su tutto il territorio regionale dell’Umbria. La disponibilità finanziaria per l’intero periodo di programmazione è, come detto, di ben 34.100.000 euro.

Al fine di acquisire le necessarie competenze professionali per la gestione degli impegni agroambientali, il beneficiario, durante il primo anno di impegno, dovrà frequentare un corso di formazione professionale della durata di 15 ore sulle tematiche oggetto degli impegni assunti, testimoniato da un attestato di partecipazione.

Nei successivi anni di impegno l’attività agricola dovrà essere affiancata da un’attività di aggiornamento/tutoraggio di almeno 20 ore complessive, mirate all’acquisizione di competenze correlate agli impegni da parte dell’agricoltore. Tale attività deve iniziare al più tardi entro il terzo anno di impegno e terminare non oltre il quarto anno.

Sottomisura 11.1 e 11.2 – Pagamento per introdurre e mantenere pratiche e metodi di produzione biologica

Le norme alle quali sottostare sono quelle previste dalle vigenti normative in materia di introduzione del metodo di agricoltura biologica. Il periodo di conversione è pari a due anni per le colture annuali, pascoli e prati permanenti, e tre anni per le colture perenni diverse dai foraggi. Per le restanti annualità ad impegno o per superfici in conversione da oltre 90 giorni rispetto alla data di scadenza per la presentazione delle domande di sostegno, il premio è concesso come mantenimento del metodo di produzione biologica.

Sono eleggibili le superfici che per la prima volta vengono condotte con tecniche di agricoltura biologica, fatta eccezione per i pascoli (per questi il premio sarà erogato solo in caso di allevamenti pascolivi biologici e comunque rapportati in Uba). E’ obbligatoria la presentazione della notifica di iscrizione al metodo biologico

Tabella premi per introduzione pratiche e metodi di produzione biologica

Gruppi colturali Aree rurali intermedie Aree con problemi di sviluppo
Seminativi € 407,00 € 385,00
Foraggere poliennali avvicendate (*) € 214,00 € 195,00
Ortive € 600,00 € 600,00
Vite e fruttiferi € 900,00 € 900,00
Olivo € 642,00 € 609,00

(*) escluso il Pascolo e il Prato Pascolo

Tabella premi per mantenimento pratiche e metodi di produzione biologica

Gruppi colturali Aree rurali intermedie Aree con problemi di sviluppo
Seminativi € 335,00 € 257,00
Foraggere poliennali avvicendate (*) € 170,00 € 160,00
Ortive € 595,00 € 553,00
Vite e fruttiferi € 780,00 € 770,00
Olivo € 533,00 € 490,00

 (*) escluso il Pascolo e il Prato Pascolo

Per la zootecnia biologica l’aiuto verrà corrisposto sulla base degli ettari destinati a foraggere o a pascolo oggetto di impegno, aumentato del valore di 262,00 euro per Uba.

Share

Leave A Reply

Your email address will not be published.