Share
Agricoltura sostenibile, la Regione Umbria apre tre bandi del Psr

Agricoltura sostenibile, la Regione Umbria apre tre bandi del Psr

Sono 238 milioni quelli assegnati alle Misure per gli impegni agroclimatici-ambientali, l’agricoltura biologica e per indennità a favore delle con vincoli naturali. 

di Redazione

Programma di Sviluppo Rurale dell’Umbria, aperti i bandi per gli impegni agroclimatici-ambientali (Misura 10), agricoltura biologica (Misura 11) e indennità a favore delle zone con vincoli naturali (Misura 13). Lo comunicano in una nota gli uffici dell’assessore all’Agricoltura, Fernanda Cecchini.

DOP, IGP E BIOLOGICO: LA MISURA DEL PSR PER CERTIFICAZIONE E PROMOZIONE

“Anche quest’anno – ha spiegato l’assessore – abbiamo voluto garantire la continuità di interventi quali quelli previsti da queste tre misure, strategiche per gli obiettivi della politica regionale di sviluppo rurale che persegue, tra l’altro, la valorizzazione degli ecosistemi connessi all’agricoltura e alla silvicoltura, un uso efficiente delle risorse e il passaggio a una economia a basse emissioni di carbonio e resiliente al clima. Pur se è in corso una modifica del ‘Psr’ – ha aggiunto che coinvolge le misure 10 e 11 per consentirne una migliore attuazione in attesa delle decisioni della Commissione, abbiamo ritenuto necessario aprire anche per l’annualità 2016 i termini per la presentazione delle domande con tre specifici bandi”. La decisione, ha poi concluso, è stata presa per evitare che la sospensione anche per un solo anno degli impegni nelle aree montane e svantaggiate aumentasse il rischio di abbandono delle superfici e di degrado ambientale.

Nello specifico, la spesa pubblica assegnata alla Regione Umbria per il settennato di programmazione è di 141 milioni e 500mila euro per la Misura 10, di oltre 34 milioni per la Misura 11 e di 63 milioni di euro per la Misura 13.

TUTTE LE NOTIZIE SUL PIANO DI SVILUPPO RURALE 2014/2020

Leave a Comment