L'informazione agroalimentare in Umbria

Annusare, toccare, seminare: a Orvieto l’orto in piazza è una festa (gallery)

Share

Ieri l'inaugurazione dell'evento Slow Food con giochi e percorsi sensoriali. Tanti bambini, ma anche famiglie intere e turisti. E per i più piccoli una merenda genuina con pane e pomodoro. Si prosegue fino al 23 agosto

di Redazione

Hanno annusato, hanno toccato, hanno seminato. Soprattutto, si sono divertiti. Tantissimo.

Piacere Orto: titolo azzeccatissimo per l'iniziativa Slow Food in corso ad Orvieto (21, 22, 23 agosto), tra gli eventi di Umbria Folk Festival. Rivolta soprattutto ai bambini, ieri all'inaugurazione ha coinvolto tutti: nonni, genitori e i turisti che in questi giorni affollano la città del duomo. 

Annaffiatoio e paletta, i ragazzi, assistiti dagli operatori della cooperativa Oasi, si sono messi all'opera con semi e piantine, ricevendo in dono, al termine delle attività, un orto tascabile, cosicché a casa potranno continuare il loro lavoro.

Lo spazio in piazza Gualterio riservato all'evento è stato allestito proprio per illustrare in  maniera semplice i passaggi che compongono la filiera verde, fino alla trasformazione finale del prodotto. Al centro, ovviamente, l'orto con le verdure di stagione e intorno gli stand di alcune aziende locali che fanno della tracciabilità il proprio punto di forza. C'erano l'azienda agricola Janas (pasta, pane e farine), il Merlaio di Monteleone di Orvieto (biscotti e prodotti da forno), l'azienda agricola Poggio delle Ginestre (maramellate), la cooperativa agricola sociale Oasi con le confetture di pomodoro, le salse e le verdure in vetro. E, ancora, il vivaio "Sierra Fiordaliso", che svolge attività con ragazzi diversamente abili. Presenti inoltre, il Comitato dei Quartieri e il Fai, impegnato nella raccolta firme per il progetto "Orto medievale di San Giovenale".

“Più che di un mercato – ci tiene a sottolineare la presidente di Slow Food Orvieto Carla Lodi – si tratta di una vera e prora piazza didattica all'interno della quale, attraverso percorsi sensoriali e ludici i bambini possono scoprire e apprendere il ciclo della natura, il valore della terra e quello dei sui prodotti". Anche per questo vengono distribuiti dépliant con schede informative sugli ortaggi e su come e quando vanno coltivati.

Pane e pomodoro, infine, per una vera merenda genuina.

Share

Leave A Reply

Your email address will not be published.