L'informazione agroalimentare in Umbria

Caccia, prima giornata. Gli animalisti frenano l’uso dell’arco

Share

Trenta pattuglie della polizia per la preapertura. Incontro in Regione tra l'assessore Cecchini e la Lav – Lega Antivivisezione dell'Umbria: possibile dietrofront sul nuovo regolamento

di Redazione

Fucili in braccio per la prima giornata di preapertura della stagione venatoria, oggi primo settembre. Complice un tempo incerto, la partecipazione dei cacciatori è stata scarsa, in compenso non è mancato il massiccio controllo della polizia provinciale di Perugia che ha messo a servizio circa trenta pattuglie, effettuando una cinquantina di controlli in varie zone. Tutto sommato, una prima giornata trascorsa senza alcun clamore mediatico e senza incidenti. Con un tempismo perfetto, questa mattina si è svolto l’incontro tra l’assessore regionale alla Caccia, Fernanda Cecchini e i rappresentanti della Lav-Lega Antivivisezione Umbria, per discutere sul nuovo regolamento che prevede l’estensione all’arco per praticare la caccia di selezione agli ungulati.

Un vero e proprio caso mediatico che sta richiamando l’attenzione di moltissime persone contrarie ad ogni forma di caccia, anche a livello nazionale.  Il clima dell’incontro, assicura Graziella Gori (Lav Umbria) è stato cordiale e sereno. “Non c’è stato il ritiro della delibera, ma ho avuto una sensazione abbastanza positiva, e credo che alla fine la nostra richiesta di rinunciare a questa modalità di caccia con l’arco, che si aggiunge al fucile, verrà esaudita. La caccia oggi è puro divertimento, solo una distrazione degli uomini. E non possiamo tollerare che si ritorni a uno stile di vita a dir poco primitivo. Devo dire – ha sottolineato l’attivista animalista – che l’assessore Cecchini non ha vestito i panni del cacciatore, anzi, ci è sembrata aperta a voler conoscere l’opinione pubblica sul caso. E la ringraziamo per questo”.

Quello di oggi è stato il primo di una serie di incontri che l’assessore Cecchini  ha messo in agenda con le altre associazioni animaliste, venerdì prossimo quello con l’associazione “Animalisti italiani”. “La proposta di modifica al regolamento regionale per la gestione faunistico-venatoria dei cervidi e bovidi con cui si ampliano le modalità del prelievo selettivo – ha dichiarato l’assessore Cecchini – non è frutto né di insensibilità, tanto più che abbiamo predisposto un disegno di legge regionale che riconosce prioritari i diritti e la tutela degli animali, né di decisioni estemporanee. È stata, infatti, elaborata all’interno del quadro normativo fissato dalle leggi nazionali ed è suffragata dalle linee guida sulla caccia di selezione dell’Ispra, l’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale, secondo il quale l’arco è un mezzo di caccia ‘estremamente efficace, etico e sicuro’, ‘privo di invasività ambientale’ e che offre ‘una sicurezza passiva’.

“In sede di Giunta regionale – ha detto ancora Cecchini – faremo ulteriori approfondimenti e valutazioni nel merito. Intanto resta in vigore il regolamento precedente del 1999 che, voglio ribadirlo, riguarda il prelievo selettivo di alcune specie, con regole rigorose che obbligano, fra l’altro, il selettore a seguire appositi corsi di formazione”. Inoltre, la Giunta regionale dell’Umbria, nella seduta odierna, ha deliberato l’avvio delle procedure per l’aggiornamento del Piano faunistico-venatorio regionale.

"Rispetto al calendario venatorio approvato nel giugno scorso – ha ricordato Cecchini – abbiamo posticipato la caccia alla marzaiola, che non sarà pertanto consentita nelle giornate di preapertura di lunedi' 1 e domenica 7 settembre, mentre potrebbe essere reinserita nell'ultima domenica di preapertura, domenica 14. Per questa data siamo in attesa del pronunciamento del Tar dell'Umbria. Il Tribunale amministrativo regionale – spiega l'assessore – ha infatti accolto il ricorso dell'associazione a 'Vittime della caccia' relativamente all'inserimento di questa specie fra quelle cacciabili nelle giornate di preapertura, l'1, 7 e 14 settembre". In attesa di altre notizie in merito, ricordiamo che la prossima giornata di caccia è prevista per la sola mattinata di domenica 7 settembre.

Share

Leave A Reply

Your email address will not be published.