Cantine Aperte 2016 in Umbria, ecco dove degustare i vini del territorio

Share

Sabato 28 e domenica 29, oltre 50 cantine umbre apriranno le porte agli enoappassionati per un weekend all’insegna del divertimento. Il ricavato sarà devoluto alla ricerca contro il cancro.

di Redazione

Due giorni alla scoperta del vino e del suo territorio. Tra animazioni a tema, degustazioni in abbinamento ai prodotti tipici e visite in cantina, torna anche in Umbria Cantine Aperte, l’appuntamento enoturistico organizzato da Movimento Turismo del Vino.

Saranno 57 le cantine dell’Umbria che apriranno le porte nell’ultimo fine settimana di maggio, sabato 28 e domenica 29, con tante iniziative che guideranno gli amanti del “viver bene” alla scoperta della grande ricchezza della regione. E quest’anno a legare i territori a vocazione vinicola, da Montefalco al Lago Trasimeno, da Terni a Perugia, dall’Alto Tevere a Orvieto, da Spoleto a Torgiano, passando per Todi, Assisi e i Colli Martani, sarà il fil rouge della passione con il claim #PASSION&VINO. La passione è quella dei produttori umbri di vino, che con il loro intenso lavoro offrono un prodotto di qualità sempre elevata e, al contempo, tutelano e valorizzano il territorio.

L’ABC DEL VINO IN UN ATLANTE, LEGGI LA RECENSIONE

Nel corso del 2015 sono stati 100mila coloro che, sia in occasione degli appuntamenti firmati dal Movimento Turismo del Vino Umbria, sia grazie ai pacchetti turistici ad hoc ideati e promossi con le Strade del Vino e dell’Olio dell’Umbria, hanno raggiunto la regione per trascorrere almeno una giornata per conoscere e degustare le etichette del territorio. E le attese per la prossima edizione di Cantine Aperte in Umbria sembrano promettere bene, visto che la regione è selezionata come meta preferita da gruppi organizzati di Cral, sommelier e operatori del settore, pro loco, una folta schiera di amanti del vino che fanno dell’Umbria sempre più una meta accattivante per una vacanza organizzata o semplicemente per staccare la spina.

MTV per la ricerca contro i tumori. Visto il successo dell’edizione 2015, anche quest’anno l’associazione ha rinnovato la collaborazione a livello nazionale con AIRC, Associazione Italiana Ricerca contro il Cancro, alla quale sarà devoluto il ricavato delle vendite dei calici ufficiali di Cantine Aperte 2016. In Umbria, inoltre, insieme al alla tasca portabicchiere sarà fornito anche l’immancabile Enometro, il misuratore di degustazioni realizzato con Squisy, per un bere consapevole e sicuro.

VINO, IL NUOVO VOLTO DEI CONSUMI MONDIALI

Partner del Movimento Umbria per l’edizione 2016 di Cantine Aperte saranno, ancora una volta, l’Associazione Regionale Strade del Vino e dell’Olio dell’Umbria, la Strada dell’Olio Extravergine Dop Umbria, con la quale si rinnova il “matrimonio di gusto” che vede ancora per il 2016 Cantine Aperte e Frantoi Aperti insieme per #Passion&olio. Novità di quest’anno, l’abbinamento vino-cioccolato, sotto il nome #Passion&cioccolato grazie alla collaborazione con BeWeel, Fabbrica di cioccolato Perugia, che sarà presente con un proprio spazio degustazione e vendita in sei cantine aperte: Goretti (Perugia), Antonelli San Marco (Montefalco), Lungarotti (Torgiano), Le Cimate (Montefalco), Chiorri (Perugia) e Madrevite (Castiglione del Lago).

Non solo cibo e vino. Spazio inoltre  anche alle quattro ruote con #Passion&auto, in collaborazione con Gruppo Giustozzi (concessionario Audi, Porche, Volkswagen e Skoda) che con postazioni di auto selezionate tra i vari marchi permetterà di realizzare test drive tra i vigneti dei territori dell’Assisano, di Montefalco e  dell’Orvietano.

Il programma completo e le cantine aderenti

Share

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.