Cardeto apre le porte all’America

Share

Otto importatori di vino saranno ospiti alla cantina di Orvieto. Una iniziativa promossa da Confcooperative

di Redazione

Ospiti d'eccezione alla Cardeto. Il 21 giugno la cantina di Orvieto accoglierà con il proprio staff otto imprenditori statunitensi di vino provenienti dalla California (Los Angeles) e dall'Illinois (Chicago).

L’iniziativa fa parte del progetto, giunto alla fase due, promosso lo scorso anno da Confcooperative Umbria e co-finanziato dal Ministero dell’Agricoltura nell’ambito del programma europeo che supporta progetti di promozione del vino italiano nei paesi extra-comunitari.

E tra le sei protagoniste del progetto c’è anche Cardeto che, insieme a Cantina Duca della Corgna di Castiglione del Lago, la Cantina Tudernum di Todi, la Cantina Terre de Trinci di Foligno, la Cantina Sasso dei Lupi di Marsciano e la Cantina di Bettona, sotto il coordinamento di Confcooperative, ha portato le proprie eccellenze enologiche lo scorso ottobre negli USA in città estremamente interessanti dal punto di vista commerciale come Los Angeles e Chicago.

Gli importatori americani saranno accompagnati in giro per la città per ammirarne le bellezze. Poi assisteranno anche alla tradizionale sfilata del corteo storico. Il pomeriggio potranno visitare gli spazi della cantina Cardeto, degustare dell’ottimo vino insieme a prodotti tipici locali. Dopo Orvieto la comitiva si muoverà verso Todi e Marsciano, per tuffarsi nel Lago Trasimeno e concludere a Montefalco, transitando a Bettona.

"Abbiamo sposato questa iniziativa di buon grado – ha commentato il presidente di Cardeto Giancarlo Cerquetelli – anche perché nelle condizioni di mercato attuali per il vino italiano è necessario essere presenti nei mercati internazionali nei quali il made in Italy gode di un ottimo appeal”. 

Share

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.