Concorso Cerevisia 2016: l’Umbria sul podio delle birre ad alta fermentazione

Share

Premio Eccellenza per la Birra Reale Extra del birrificio Birra del Borgo, Rieti. Trionfano la Birra Fiera del birrificio dell’Eremo di Assisi e la Birra Apache di Birra Bro a Terni.

di Redazione

Quali sono le migliori birre d’Italia? Trionfano le birre umbre alla quarta edizione del Premio Cerevisia che si è svolto il 3 ottobre a Roma, nella sede del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali. Un concorso che mira a valorizzare e promuovere la produzione, il commercio e il consumo delle eccellenze brassicole nazionali. In gara 41 birrifici italiani con 102 etichette in degustazione da tutte le regioni del Belpaese, dal Trentino alla Sicilia, con un incremento del 30% rispetto all’edizione del 2015.

L’Umbria ha partecipato con 9 aziende, tra le più rappresentative della realtà produttiva regionale, conosciute e apprezzate in Italia e anche all’estero. Il ‘Premio Eccellenza 2016’ per la birra prima classificata in assoluto è andato alla Birra Reale Extra del birrificio Birra del Borgo di Borgorose, Rieti. Una variazione della normale ReAle, i luppoli sono diversi soprattutto nella quantità: elevatissima, ma quello che cambia maggiormente è la tecnica di utilizzo del luppolo. Tutto il luppolo viene utilizzato negli ultimi 10 minuti di bollitura, in una quantità 3 volte superiore rispetto alla ReAle. Il risultato è un’esplosione di profumi che vanno dall’agrumato al resinoso (resina di pino ed incenso). In bocca secca, immediatamente arriva l’amaro per poi lasciare il passo ad una bellissima nota di mandarino che rimane estremamente persistente. 

Per la categoria ‘Alta Fermentazione’ del Centro Italia sono due le birre umbre sul podio. La prima classificata è la Birra Fiera del birrificio dell’Eremo di Assisi. E’ una birra in stile American India Pale Ale,  di colore biondo carico con schiuma bianca fine e persistente. Al naso emergono note agrumate di limone e pompelmo e fruttate di frutti rossi.; in bocca si hanno note erbacee in cui l’amaro risulta essere molto morbido ed equilibrato, in perfetta sincronia con lo stile.

Secondo posto per la Birra Apache del birrificio Birra Bro di Terni.  A livello olfattivo molto intensa con sentori agrumati, resinosi e tropicali conferiti dall’utilizzo dei luppoli in dry hopping. Amaro piacevolmente deciso, si abbina in maniera ottimale a carni bianche e rosse alla griglia, fritti di mare e di terra, tempura, salumi, formaggi semi-stagionati e risotti. E’ il Veneto ad aggiudicarsi il titolo di regione d’Italia più premiata con quattro riconoscimenti in totale, in diverse categorie. Ma vediamo nei dettagli la classifica.

I VINCITORI

PREMIO ECCELLENZA

Birra Reale Extra – Birrificio Birra del Borgo (Lazio)

ALTA FERMENTAZIONE NORD

1 Classificata: Birra Duse – Birrificio Acelum (Veneto)

2 Classificata: Birra Giana – Birrificio Birra Follina (Veneto)

3 Classificata: Birra Brenta Brau Weizen – Birrificio Val Rendena (Trentino Alto Adige)

ALTA FERMENTAZIONE CENTRO

1 Classificata: Birra Fiera – Birrificio Birra dell’Eremo (Umbria)

2 Classificata: Birra Apache – Birrificio Birra Bro (Umbria)

3 Classificata: Birra Midona Limited Edition – Birrificio Birra Amarcord (Marche)

ALTA FERMENTAZIONE SUD E ISOLE

1 Classificata: Birra Tempora – Cantirrificio Vittoria (Sicilia)

2 Classificata: Birra Symphony – Birrificio Gladium (Calabria)

3 Classificata: Birra Ambrata – Birrificio Serro Croce (Campania)

BASSA FERMENTAZIONE NORD

1 Classificata: Birra Wow – Birrificio Sora’ Lama’ (Piemonte)

2 Classificata: Birra Antoniana Altinate – Birrificio Antoniano (Veneto)

3 Classificata: Birra Ambra Rossa – Birrificio San Gabriel (Veneto)

BASSA FERMENTAZIONE CENTRO

1 Classificata: Birra Black Diamond – Birrificio Anbra (Abruzzo)

2 Classificata: Birra Ritual Pils – Birrificio Ritual Lab (Lazio)

3 Classificata: Birra Elk – Birrificio 61cento (Marche)

BASSA FERMENTAZIONE SUD E ISOLE

1 Classificata: Birra Pozzo 5 – Birrificio Quattro Mori (Sardegna)

2 Classificata: Birra Semedorato Premium Lager – Birrificio Semedorato (Sicilia)

3 Classificata non assegnata

MENZIONE PER LE DUE MIGLIORI BIRRE PRODOTTE DA NUOVI BIRRIFICI

(in produzione dal 1/1/2014)

1 Classificata: Birra Al Miele Di Castagno – Birrificio La Luppolaia (Toscana)

2 Classificata: Birra Magma – Birrificio Vapori Di Birra (Toscana)

CATEGORIA BEER FIRM

1 Classificata: Birra Easy Rye – Birrificio White Tree (Campania)

2 Classificata: Birra Ulysses – Birrificio Dell’etna (Sicilia)

3 Classificata: Birra Hope – Birrificio Zeroquattro (Lazio)

LEGGI L’INTERVISTA AD ALESSIO SELVAGGIO DI UNIONBIRRAI:

NUOVA LEGGE SULLA BIRRA, MA NON E’ UN PAESE PER LAMBIC E BARLEYWINE 

Il concorso è stato istituito dal BaNAB – Banco Nazionale di Assaggio delle Birre – l’associazione nata il 30 aprile del 2013 per volontà della Camera di Commercio di Perugia, della Regione Umbria, del Cerb (Centro di Eccellenza per la Ricerca sulla Birra dell’Università degli Studi di Perugia), del Comune di Deruta e di Assobirra (Associazione degli Industriali della Birra e del Malto).

Giorgio Mencaroni, presidente della Camera di Commercio di Perugia e del BaNAB ha sottolienato: “Negli ultimi anni, il mondo della birra di qualità in Italia è letteralmente esploso e l’istituzione dell’Associazione BaNAB e del Premio Cerevisia mira a  riconoscere e valorizzare questa splendida realtà, promuovendola al pari delle altre eccellenze del ricco paniere agroalimentare del territorio italiano.”

Il Premio Cerevisia si contraddistingue dalle altre iniziative di settore in primis per la sua valenza scientifica, che ne garantisce il percorso valutativo di selezione (esame chimico-fisico condotto presso il Cerb),  per la competenza della giuria di degustazione,  operante con il metodo del panel test, nonché per la sua matrice di carattere istituzionale, come certificato dal patrocinio del Mipaaf di cui gode l’edizione 2016. Una panoramica sul variegato comparto birrario nazionale è stata proposta ai presenti da Andrea Bagnolini, direttore di Assobirra, Stefano Virgili, vice sindaco del Comune di Deruta, Mauro Bacinelli della Regione Umbria e Paolo Fantozzi, vice presidente BaNAB.

Al termine della cerimonia di premiazione, è stata presentata in anteprima la V edizione del Premio Cerevisia, che si svolgerà tra i mesi di aprile (iscrizione) e giugno (proclamazione vincitori) del 2017. Molte le novità, a partire dalle categorie dei premi, che saranno integrate da riconoscimenti in base agli stili di birra (cinque categorie in corso di definizione da parte del comitato BaNAB); il panel di degustazione sarà inoltre maggiormente rappresentativo delle regioni italiane e il concorso si arricchirà di innovativi servizi per le imprese, collegati in primis al mondo della digitalizzazione.

Per tutte le informazioni e le novità del Premio Cerevisia è possibile consultare il sito internet www.premiocerevisia.com.

I REPORTAGE DI SAPEREFOOD NEI BIRRIFICI UMBRI:

SAN BIAGIO 

DIECI NOVE

LE GUARDIE

Share

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.