Dal “piccione in lattina” all’agriwellness: ecco gli Oscar all’agricoltura umbra

Share

Gli Oscar Green 2015 sono stati consegnati mercoledì 22 luglio a Perugia. Oltre 40 le imprese in lizza per il premio

di Redazione

Innovazione e sostenibilità in campo agroalimentare, le due linee guida che portano all’Oscar dell’agricoltura. C’è chi ha puntato “piccione arrosto in lattina” 100% italiano e chi sulla produzione di formaggi con tecniche all’avanguardia. Chi scommette tutto sul rispetto dell’ambiente producendo ortaggi e cereali antichi con allevamenti rustici, ma anche chi valorizza il “benessere naturale” offrendo cure rilassanti a base di cosmetici all’olio e al vino. Sono i vincitori degli Oscar Green 2015, consegnati mercoledì 22 luglio presso il Golf Club Perugia nel corso di un’iniziativa promossa da Coldiretti Giovani Impresa Umbria.

Erano 40 le aziende umbre in lizza per ricevere il premio. L’Agriavicola Piccioni Italiani di Vadim Menconi di Spoleto ha conquistato la categoria ‘Impresa 2.terra’, grazie all’idea di selezionare le più prestigiose razze di piccioni da carne 100% Made in Italy. Attualmente dispone di 2500 coppie di piccioni riproduttori, alimentati di sole granaglie: i prodotti vanno dal piccioncino fresco e congelato, al ragù e paté di piccione, con la novità assoluta del “piccione arrosto in lattina”. Per la categoria ‘Campagna Amica’ il vincitore è Peter Virdis, dell’azienda agricola Solana di Perugia, il cui prodotto principe è il formaggio di pecora e capra, fatto grazie all’allevamento di 600 pecore nelle campagne perugine e a un laboratorio di trasformazione aziendale che si avvale di tecniche moderne e attrezzature all’avanguardia.

Per la categoria ‘We Green’ a vincere l’Oscar è stato Luca Girolamo Stalteri, dell’azienda agricola Il Lombrico Felice di Città di Castello, con un’agricoltura biologica e fattoria didattica che punta tutto sul massimo rispetto dell’ambiente. Un modello che mira soprattutto alla tutela del paesaggio ripristinando colture ormai abbandonate, alla promozione della filiera corta con il rispetto della stagionalità delle produzioni, a diffondere la conoscenza dell’origine dei prodotti agricoli. Tra le produzioni, ortaggi e cereali ma anche allevamenti rustici di polli, oche, anatre, oltre a miele e IV, V gamma.

Infine Borgobrufa SPA Resort di Torgiano, la vincitrice della categoria ‘Fare Rete’: con i suoi 1200 metri quadri di area benessere (la più grande della regione), ha allestito un’Isola della Bottega Italiana di Campagna Amica al suo interno. Grazie a questa iniziativa i visitatori della SPA possono gustare, fin dalla colazione, i sapori autentici dell’agricoltura locale e italiana delle imprese che vi aderiscono. Dal miele ai cereali, dalle confetture ai formaggi, e molto altro. Non solo. Nel ristorante interno, accreditato come “Campagna Amica nel Piatto”, un apposito menù valorizza le eccellenze italiane e umbre, dalle carni, ai legumi ma anche olio e vino. A potenziare il wellness, per trattamenti e azioni di bellezza, sieri e creme all’olio e al vino. All’interno dell’Isola della Bottega Italiana si possono inoltre contattare gli agricoltori della rete per una visita nelle aziende.

Scopri le aziende vincitrici dell’edizione 2014

“I giovani – ha affermato la Delegata nazionale Coldiretti Giovani Impresa, Maria Letizia Gardoni – stanno vedendo dove ci sono reali prospettive per far tornare a crescere l’Italia: ancora un’edizione entusiasmante dell’Oscar Green, proiettata quest’anno all’Expo di Milano, uno straordinario evento all’interno del quale i giovani di Coldiretti continuano ad apportare un contributo fondamentale”.

Oltre a Gardoni, all’iniziativa hanno partecipato, tra gli altri, il Presidente della Coldiretti Umbria Albano Agabiti, l’Assessore regionale all’Agricoltura Fernanda Cecchini, l’Assessore allo Sviluppo Economico del Comune di Perugia Michele Fioroni, la Delegata Coldiretti Giovani Impresa Umbria Elena Tortoioli e il Direttore regionale Coldiretti Diego Furia.

Share

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.