Dal Trasimeno a Orvieto, il gusto più antico dell’Umbria al Kip Pavilion di Expo

Share

Due serate (8 e 9 ottobre) promosse dal Gal Trasimeno-Orvietano dedicate a fagiolina e pesce di lago, oltre ai grandi vini della Doc Orvieto

di Redazione

Trasimeno e Orvietano, due territori legati da antiche tradizioni e da una cultura del cibo millenaria. I loro prodotti, dalla fagiolina coltivata nei dintorni del lago ai grandi vini della Strada Etrusco Romana, avranno un posto d’onore all’Expo di Milano per due giorni, giovedì 8 e venerdì 9 ottobre presso il ristorante “Territories & Restaurant” al KiP Pavilion dell’Esposizione (quello che ospita i migliori esempi mondiali in tema di sviluppo sostenibile), lo spazio situato tra l’ingresso ovest e il Padiglione Zero.

Due giornate organizzate dal Gal Trasimeno Orvietano, sia per visitatori che per tour operator, proprio per promuovere i patrimoni enogastronomici, storico-artistici e culturali dei due territori che rappresenta. Chef professionisti proporranno menù a base di fagiolina del Trasimeno, legume tradizionale e Presidio Slow Food, pesce di lago e lo zafferano di Città della Pieve. Il tutto accompagnato dai vini della Doc Orvieto (informazioni e prenotazioni a info@cramst.it – 335.6536601).

[youtube id=”HC0XcOoXW78″ width=”300″ height=”169″]

Lo stand all’interno del ristorante, oltre ad essere arricchito dall’esposizione di artigianato tipico, sarà il teatro di dimostrazioni pratiche su come vengono prodotte queste unicità enogastronomiche e, contemporaneamente, attraverso un videowall verranno trasmessi video e testimonianze che raccontano i due territori umbri.

“L’obiettivo della due giorni – ha detto il presidente del Gal Massimo Tiracorrendo è quello di rilanciare il territorio, i valori antichi e moderni. Siamo partiti proprio dall’enogastronomia, la nostra carta vincente, proponendo tutte le eccellenze nel piatto per poi condire il tutto attraverso le caratteristiche produzioni artigianali del territorio, quello del Trasimeno e quello dell’Orvietano”. Per chi nei prossimi giorni farà tappa a Expo, sarà un’occasione per conoscere ancora più da vicino la propria regione e il suo straordinario patrimonio.

Share

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.