Expo, ecco come sarà il Padiglione multimediale del vino (gallery)

Share

Presentato a Roma il progetto. Tre i livelli: un’enoteca con bottiglie da tutto il Paese , una cantina web e una terrazza. Un settore che vale oltre 14miliardi di euro

di Redazione

Duemila metri quadri dedicati al vino italiano, delizia che tutto il mondo ci invidia. E’ lo spazio conquistato dal padiglione “Vino – A Taste of Italy” ad Expo 2015, presentato dal ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali, Maurizio Martina, a Palazzo delle Esposizioni di Roma. Un percorso emozionale, dove multimedialità è la parola d’ordine.

Padiglione vino ExpoEcco come sarà. Tre i livelli. Al primo piano i visitatori troveranno una sorta di Biblioteca del vino, un’enoteca con bottiglie da tutta Italia, dove si potranno degustare le eccellenze del Bel paese guidati dai sommelier. Prevista anche una Cantina Web per il commercio on line e, infine, sulla terrazza, anche uno spazio dedicato agli eventi e ai corsi di approfondimento per spiegare come nasce un ottimo vino italiano, dai piccoli produttori ai grandi esportatori.

L’obiettivo è quello di raccontare la storia del rapporto tra uomo, natura e territorio nella produzione vitivinicola. Presenti alla conferenza di presentazione il Commissario generale per il Padiglione Italia, Diana Bracco, il presidente di Veronafiere, Ettore Riello, il direttore generale di Veronafiere, Giovanni Mantovani, il presidente del Comitato scientifico del Ministero delle politiche agricole per il Padiglione Vino, Riccardo Cotarella, l’architetto Italo Rota. A introdurre i lavori il critico d’arte Philippe Daverio, mentre il direttore affari istituzionali di Expo 2015, Roberto Arditti, ha moderato gli interventi.Padiglione vino expo

“Il vino è una delle chiavi di racconto più importanti che l’Italia può presentare al mondo – ha detto Martina –  Ad Expo noi non parleremo solo a un settore o a una filiera, ma proveremo a usare l’esperienza vitivinicola italiana per dimostrare le potenzialità del nostro Paese. Parliamo di un settore che vale oltre 14 miliardi di euro nel nostro Paese e per il quale siamo intervenuti anche con la sezione ‘Campolibero’ del decreto competitività, introducendo semplificazioni molto importanti richieste dalle aziende vitivinicole per sostenere meglio il comparto. Nel vino c’è il passato e c’è il futuro, c’è innovazione, bellezza, cura. Questo è solo il primo tempo, oggi mettiamo un punto fermo forte in questo nostro percorso. Di fatto, oggi Expo è già iniziato”.

Riccardo Cotarella, presidente del Comitato Scientifico del Ministero delle Politiche Agricole per il Padiglione Vino, ha aggiunto: “Se Italia è un giardino pieno di vigne lo dobbiamo ai giovani. Abbiamo un patrimonio ineguagliabile e inestimabile di vitigni, legati a territori e a popoli. Se mettiamo insieme gli altri Paesi del mondo non potranno mai raggiungerci da questo punto di vista”.

Padiglione vino expo Vai al sito di Expo2015

Share

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.