L'informazione agroalimentare in Umbria

Expo2015, procura di Milano verso il giudizio immediato

Share

Nelle ultime ore sembra che la procura di Milano sia intenzionata a chiedere il giudizio immediato per sei delle sette persone coinvolte nello scandalo Expo

di Redazione

Scandalo Expo: la procura di Milano accelera. Secondo quanto emerso in queste ore, gli inquirenti sarebbero intenzionati a chiedere il giudizio immediato per sei delle sette persone finite agli arresti nella maxi inchiesta su appalti e mazzette. Si tratta dell'ex funzionario Pci Primo Greganti, dell'ex senatore Luigi Grillo, dell'ex Udc-Ndc Sergio Cattozzo, dell'ex manager Expo Angelo Paris e dell'imprenditore Enrico Maltauro.

La decisione dei pubblici ministeri Claudio Gittardi e Antonio d'Alessio sarebbe maturata dopo gli interrogatori seguiti all'applicazione delle misure cautelari. Interrogatori durante i quali sarebbero emersi ulteriori riscontri al quadro accusatorio già delineato nei mesi scorsi. Tra questi l'esistenza di una sorta di archivio costituto da molti documenti cartacei con la contabilità dei pagamenti.

Sempre secondo questa ricostruzione, per quanto riguarda il grande polo sanitario a San Giovanni, una delle grandi opere al centro della nuova Tangentopoli milanese, Maltauro avrebbe riferito che nel caso di aggiudicazione i patti prevedevano il versamento di una tangente del valore dell'un per cento dell'appalto stesso.

I pm dovrebbero chiudere il cerchio questa settimana, quando dovrebbe essere risentito per ulteriori chiarimenti Cattozzo. A breve, invece, si dovrebbe sapere se saranno convocati in Procura anche altri degli imprenditori indagati per il maxi giro di tangenti, versate o richieste.

Share

Leave A Reply

Your email address will not be published.