L'informazione agroalimentare in Umbria

I giovani del vino a Città di Castello per Only Wine Festival (gallery)

Share
Via al primo evento nazionale dedicato ai produttori under 40. Fino a domenica degustazioni libere e guidate a cura dell'Ais, abbinamenti culinari, laboratori di approfondimento, animazioni sul tema

di Redazione

E' il festival delle piccole cantine e dei produttori under 40, giovani talenti che non hanno intenzione di mettersi in fila per emergere. Si è aperta ieri la prima edizione di Only Wine Festival, una manifestazione che si terrà dal fino al 15 giugno e dove potrete assaggiare i migliori vini emergenti da tutto il mondo.

La cerimonia del taglio del nastro si è svolta nell'antico Palazzo Vitelli, in cui si trovano gli stand dei giovani produttori dell'Umbria. A dare il via alla manifestazione il vicesindaco di Città di Castello, Michele Bettarelli, insieme all'assessore regionale all'Agricoltura, Fernanda Cecchini, e la giovane parlamentare Anna Ascani, membro della Commissione cultura alla Camera. Assente il ministro delle Politiche agricole, Maurizio Martina, che ha declinato l'invito per impegni istituzionali. Subito dopo si è svolto il convegno "Le generazioni nel bicchiere: come cambia il mondo del vino", a Palazzo Bufalini, al quale sono intervenuti anche il sindaco della città, Luciano Bacchetta, i presidenti nazionale e regionale dell'Associazione Italiana Sommelier, Antonello Maietta e Sandro Camilli, l'antropologo alimentare Sergio Grasso e Vanni Bovi, direttore generale Casse di Risparmio dell'Umbria.

Organizzata da Fiera Show con la collaborazione del degustatore Sergio Grasso e dell’Ais Umbria, la manifestazione si svolgerà nel centro storico della città e vedrà la presenza di oltre 150 cantine italiane e straniere, di cui una trentina umbre. Si tratta dell’unico salone italiano dedicato ai produttori di vino con meno di 40 anni, alle cantine con meno di 15 anni di storia e a quelle fino a 7 ettari di area vitata. Una manifestazione, creata da giovani per dare visibilità ad altri coetanei che operano nel mondo del vino. Non solo produttori, quindi, ma anche ristoratori, sommelier ed enologi.

Durante la manifestazione si svolgerà un intenso programma di degustazioni guidate, banchi d’assaggio e cene con appositi Rest-O Wine Menù. Immancabili gli incontri a tema con gli esperti della produzione e della formazione. Tutto in una tre giorni dedicata ai vini del futuro. Non sarà solo il Made in Italy a tenere banco. Gli stand per le degustazioni rappresenteranno un ideale viaggio nel mondo del vino. Nel Chiostro di San Domenico si potranno conoscere e acquistare bottiglie da tutto il mondo: la Georgia, ospite d’onore di questa prima edizione, ma anche California, Sud Africa, Cile, Argentina, Francia, Germania, Austria e Spagna. L’ingresso alla manifestazione è gratuito. Pagando un ticket da 10 euro si avrà diritto a 5 degustazioni e al calice con tracolla. Le degustazioni guidate dai sommelier dell'Ais, invece, saranno a pagamento: 25, 30 o 35 euro, a seconda del tipo di degustazione e solo su prenotazione, direttamente dal sito www.onlywinefestival.it o ai numeri 389.1276872 – 388.9369691.

"Only Wine Festival – ha detto l'assessore regionale Fernanda Cecchini – è un'opportunità di divulgare il nome dell'Umbria e che si aggiunge ad altre manifestazioni già consolidate, come Enologica a Montefalco e Vini nel Mondo a Spoleto. L'agroalimentare umbro si distingue in Italia e nel mondo grazie a realtà che fanno dell'eccellenza il loro marchio di fabbrica: prodotti eccellenti come il vitellone bianco Igp dell'Appennino, l'olio Dop umbro, il prosciutto Igp di Norcia e un vino che inizia ad essere presente in modo autorevole nei mercati europei".

Share

Leave A Reply

Your email address will not be published.