L'informazione agroalimentare in Umbria

Lo “chef dell’amore” in cattedra all’Università dei Sapori

Share

Giancarlo Polito (Locanda del Capitano) ha proposto una speciale e coinvolgete cooking class per quindici studenti dei corsi di qualifica

di Redazione

Giancarlo Polito in cattedra all'Università dei Sapori (Perugia). Lo “chef dell'amore”, come è stato ribattezzato dalla rivista Vaniy Fair, perché nella sua “Locanda del Capitano" a Montone il romanticismo è una promessa mantenuta, ha riproposto una speciale e coinvolgente cooking class per quindici studenti frequentanti i corsi di qualifica “Chef” e “Cuoco”. Lo stile Polito si è espresso in un menu particolarmente accattivante e ricercato, tra cui: frascarelli con fonduta di caprino, crema di asparagi e crumble di 'nduja; uova di quaglia con fonduta di parmigiano e tartufo con albume montato a neve e agnello in crosta con fonduta di Sagrantino passito e patate croccanti.

Stimato e conosciuto Oltreoceano, Giancarlo Polito, oltre ad essere il titolare ed executive chef dell’albergo e ristorante" Locanda del Capitano", è diventato il paladino della cucina umbra e italiana nel mondo. Una carriera partita da lontano, la sua. Nel 2005 ha rappresentato il Belpaese come celebrity chef all’evento “La dolce Vita” di Londra. Inoltre, ha preso parte a numerose trasmissione come chef ed esperto di enogastronomia in vari programmi della BBC. Il Sunday Time e l'Indipendent gli hanno dedicato importanti articoli in cui viene evidenziato il suo stile di cucina. Successivamente, nel 2012, ha avuto l’onore di essere il primo chef a cucinare nella casa museo di Enzo Ferrari a Modena, dove ha organizzato una cena emozionale sulla vita del Drake che ha visto la partecipazione di numerose personalità italiane dei a settori della moda, della comunicazione e della cultura.

Ospite fisso sulle principali reti Rai, La7, TMC, è stato invitato alle maggiori kermesse dell’alta ristorazione. Negli anni 2012-2013 ha rappresentato l’Umbria per l’Ufficio estero in due format televisivi per la Russia e la Cina. Dal 2012 collabora con il sommelier e cerimoniere di Palazzo Chigi Alessandro Scorsone in diversi appuntamenti gastronomici. Nel 2013, inoltre, è stato invitato come esperto del settore alla manifestazione Tuttofood di Milano e cura per l’Ercole Olivariouna sua manifestazione intitolata “Impariamo a degustare l’olio”. Sempre nel 2013 è stato relatore come esperto settore food & beverage al convegno “Reti, filiere e qualità dell’internazionalizzazione per i territori: cultura, turismo, credito e servizi per le Pmi”.

 

Share

Leave A Reply

Your email address will not be published.