L'informazione agroalimentare in Umbria

Mille “lanci” contro il cinipide del castagno

Share

Continua la lotta biologica all'insetto che tanti danni ha provocato anche in Umbria. I risultati del progetto finanziato dal Ministero

di Redazione

Continua la lotta biologica al cinipide del castagno. Quest'anno è stato distributo alle Regioni il doppio dei “lanci” di Torymus sinesis, l'antagonista naturale dell'insetto che tanti danni ha causato anche in Umbria. E' quanto emerso dopo l'ultimo Tavolo di filiera sulla frutta in guscio, durante il quale sono stati illustrati i risultati del progetto “Bioinfocast”.

“Dal 10 aprile al 12 maggio 2014 – si legge in una nota del Mipaaf – da parte delle associazioni castanicole, sono stati consegnati ai servizi fitosanitari delle Regioni 1.010 lanci (composti da individui maschi e femmine) del parassitoide allevato presso il Disafa. Le associazioni hanno curato l'organizzazione, il prelievo e la distribuzione di un numero doppio di lanci diTorymus sinensis rispetto ai 500 forniti nel 2013. A questi lanci, si dovranno sommare quelli regionali ricavati dai Centri di moltiplicazione del Torymus sinensis sul territorio nazionale, ormai attivi e già finanziati dal Mipaaf nel corso del 2011”

La copertura del territorio nazionale castanicolo è stata capillare e il compito del Ministero si è concluso con questa fase del progetto. I lanci saranno portati avanti dalle Regioni negli anni successivi grazie ai Centri di moltiplicazione presenti sui territori, già finanziati dal Mipaaf.

 

Share

Leave A Reply

Your email address will not be published.