Semplificazione, Domanda Pac precompilata on line e pagamento anticipato dei fondi europei a giugno 2015

Share

Approvato il Piano Agricoltura 2.0 per la lotta alla burocrazia. Verso un sistema dichiarativo unificato per gli aiuti agricoli e un’Anagrafe nazionale delle aziende

di Redazione

Piccole e grandi beghe di una burocrazia estenuante, spesso causa di pesanti rallentamenti aziendali. Lo sanno bene gli imprenditori italiani che da anni chiedono al governo di liberarli dalla zavorra. Qualcosa sembra muoversi nella direzione giusta.

Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, nella riunione della Conferenza Stato-Regioni che si è tenuta oggi, 19 dicembre, ha approvato il ‘Piano Agricoltura 2.0’, con un’intesa sul decreto relativo alla semplificazione della gestione della Politica agricola comune 2014-2020.

Gli interventi previsti dal provvedimento sono:

Domanda Pac precompilata on line a marzo 2015

– per rendere più facile e breve il sistema dichiarativo per accedere agli aiuti Pac, sarà predisposta la dichiarazione precompilata da scaricare on line (sull’esempio della dichiarazione dei redditi precompilata) relativa agli aiuti diretti a favore di migliaia di piccole aziende;

Pagamento anticipato fondi europei a giugno 2015

– verrà introdotto il pagamento anticipato alle aziende agricole che presentano domanda di aiuto nell’ambito degli aiuti diretti, comportando un vantaggio competitivo alle imprese agricole;

Fascicolo aziendale unico

– sarà introdotto un modello dichiarativo semplificato delle consistenze aziendali attraverso l’integrazione dei Piani (Piano Colturale, Piano Assicurativo Individuale, Quaderno di Campagna – Registro dei Trattamenti) oggi presentati a diverso titolo alle Amministrazioni;

Anagrafe unica delle aziende agricole

– si va verso la realizzazione di una Anagrafe Unica a livello nazionale, integrata dalle Anagrafi regionali, per un maggiore efficienza del sistema di controllo delle domande di aiuto

Banca dati unica dei certificati

– si avrà un sistema dichiarativo unificato, per semplificare il sistema degli aiuti agricoli, tramite il quale l’azienda potrà presentare annualmente un unico atto amministrativo anche in caso di richiesta di più aiuti indirizzati a diverse Amministrazioni, lasciando a carico di quest’ultime l’onere della “suddivisione” per competenza dell’Atto stesso

Sistema informativo integrato Stato-Regioni

– previsto un Sistema informativo agricolo nazionale (Sian) quale sistema informativo integrato Stato-Regioni

“Da marzo 2015 saremo pronti a semplificare la vita di 1,5 milioni di aziende agricole – ha dichiarato il Ministro Maurizio Martina – facendo risparmiare tempo e portando a zero gli sprechi di carta. Il lavoro che stiamo portando avanti con le Regioni, infatti, porterà novità fondamentali per le imprese: la domanda Pac precompilata online permetterà a 700mila azienda di assolvere agli oneri burocratici con un clic. Abbiamo anche introdotto la possibilità di richiedere il pagamento al 100% a giugno dei fondi europei, con un anticipo di un anno rispetto alla scorsa programmazione e aumentando la competitività delle aziende, visto che ad esempio in Francia era già possibile”.

Share

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.