L'informazione agroalimentare in Umbria

Street food gourmet. Torna “Porchettiamo”, l’arte di cucinare il maiale

porchetta
Share

Dal 15 al 17 maggio il “Festival delle porchette d’Italia” a San Terenziano di Gualdo Cattaneo: “50 sfumature di rosa” da gustare e  fotografare per vincere l’Umbria

di Redazione

Qual è il cibo più popolare, gustoso ed economico che è possibile assaporare in Umbria? Certamente la porchetta! E chi ama questa pietanza non può fare a meno di fare una capatina a “Porchettiamo, il festival delle porchette d’Italia”, evento giunto alla sua settima edizione, come sempre a Gualdo Cattaneo, più precisamente a San Terenziano, dal 15 al 17 maggio 2015. Il claim “50 sfumature di rosa” la dice lunga sulla varietà delle delizie proposte: sui banchi d’assaggio la porchetta in tutte le sue declinazioni regionali italiane.

Porchettiamo_conferenzaMercoledì 6 maggio, nel corso di una conferenza stampa che si è svolta a Perugia nella sala Fiume di Palazzo Donini, alla presenza dell’organizzatrice dell’evento Anna Setteposte, il giornalista enogastronomico Antonio Boco, l’assessore regionale Fernanda Cecchini, il sindaco di Gualdo Cattaneo Andrea Pensi e il suo assessore al Turismo Lisa Benvenuta, sono state svelate le novità di quest’anno. Nella piazza principale del borgo umbro, rinominata per l’occasione “La piazza delle porchette”, si riuniranno stand attentamente selezionati, per un confronto tra alcune delle produzioni “top” della tradizione italiana, porchette prodotte in Umbria, Toscana, Lazio, Marche, Calabria e Abruzzo.

Torna anche in questa edizione l’Apporchetta, app per smartphone scaricabile gratuitamente. Disponibile su Apple Store, per Android e iPhone, è uno strumento indispensabile per scoprire i segreti della manifestazione e del suo “street food” protagonista, oltre ai migliori produttori e ai luoghi della porchetta italiana (negozi, chioschi, ambulanti).

Sarà poi lanciato un concorso fotografico su Instagram dal titolo “50 sfumature di Rosa” grazie al quale si potranno scattare foto dell’evento usando gli hashtag #50SR e #porchettiamo (il premio è un soggiorno di una notte nel comune di Gualdo Cattaneo + un tronchetto di porchetta). Altra simpatica novità è la moneta di Porchettiamo, appena entrati a San Terenziano, infatti, i visitatori potranno cambiare l’euro con i dischetti rosa che saranno gli unici “soldi” a circolare a San Terenziano.

porchettiamo2Si ripete anche l’iniziativa “In punta di Porchetta”: lo chef stellato interpreta la porchetta con panini gourmet ispirati al maiale e alla preparazione “in porchetta”, come il coniglio o l’anatra. La porchetta sarà inoltre in buona compagnia, per un gemellaggio all’insegna di sapori unici, torna infatti l’incontro con altri cibi di strada grazie all’iniziativa “Porchettiamo& Friends”, che allarga ancora di più le sue presenze. Accanto alla porchetta, anche il Lampredotto fiorentino, il Cicotto di Grutti (Presidio Slow Food), i classici del cibo di strada siciliano (pane e panelle e arancine), le olive e i cremini marchigiani, e tra le novità di quest’anno le polpette di Porchetta e la pampanella Molisana, una preparazione del XVI secolo fatta con maiale ricoperto di peperoncino e avvolto nelle foglie di vite, “pampinus”.

In abbinamento a questi straordinari street food ci saranno i vini del territorio, presso l’Enoteca del Sagrantino, a cura della Strada del Sagrantino e le birre artigianali italiane scelte da Fermento Birra, presso la Birroteca Artigianale. E per i celiaci ci sarà anche il panino con porchetta senza glutine (panino versione gluten free), in collaborazione con l’Associazione Italiana Celiachia dell’Umbria, perché la porchetta è davvero un cibo per tutti.

cicottoSarà presente anche Slow Food, che attraverso la Condotta Valle Umbra organizzerà laboratori per la preparazione del Cicotto di Grutti (nuovo presidio Slow Food Umbria che consiste in una preparazione tradizionale a base di maiale, dal sapore unico ed estremamente aromatico, che si tramanda di padre in figlio da anni) e dei salumi fatti in casa. Non mancheranno, infine, le attività collaterali: passeggiate alla scoperta dei sentieri nascosti del Comune di Gualdo Cattaneo e dei sui Castelli (a piedi e in bici), musica, animazioni ed attività per bambini.

Tutte queste iniziative saranno il filo conduttore di un soggiorno che, oltre il gusto, stimolerà la curiosità e non mancherà di regalare emozioni facendo scoprire l’arte, la cultura e il paesaggio del  meraviglioso territorio umbro. Per questo è nato anche il pacchetto turistico “Porchettiamo in Umbria” (a partire da 79 euro a persona), che comprende un pernottamento con trattamento b&b presso un agriturismo della zona, il cestino “Pig-Nic”, la passeggiata a piedi o in bicicletta, con guida alla scoperta del territorio e la shopper di Porchettiamo. La formula è personalizzabile, attraverso l’iniziativa “Scopri il territorio”, con servizi su misura quali l’ingresso al Complesso Museale di San Francesco a Montefalco (www.sistemamuseo.it), l’iscrizione al Laboratorio Slow Food “I Salumi e i Formaggi”, le degustazioni in cantina (in collaborazione con la Strada del Sagrantino) e le degustazioni guidate di birra artigianale (per prenotazioni e informazioni: info@stradadelsagrantino.it).

Share

Leave A Reply

Your email address will not be published.