L'informazione agroalimentare in Umbria

Via pentole e frullatore per mangiare sano e combattere le rughe

Share

Intervista al dottor Alessandro Gubbini, biologo nutrizionista, che ci ricorda i principi generali di un'alimentazione equilibrata

di Filippo Benedetti Valentini

Dottore, quali sono i cibi che non dovrebbero mai mancare sulla nostra tavola?

"Bisogna mangiare ogni giorno almeno 5 o 6 porzioni di frutta e verdura: messe insieme, un chilo. Per chi fa sport le razioni aumentano. Con l'arrivo del caldo è meglio non esagerare con la frutta più consistente e zuccherina, come la banana, sostituendola con quella più ricca di acqua, come l'anguria".

Carboidrati, proteine e grassi. Qual è la giusta proporzione?

"La regola sempre valida è non discostarsi dalla dieta mediterranea, in inverno come in estate. Ogni pasto costituito da carboidrati al 50-55%, proteine al 12-15% e grassi al 25-30%. Sempre ricordandosi che le alte temperature richiedono un'alimentazione molto ricca di acqua".

Insomma, dieta bilanciata, ricca di frutta e verdura. Eppure, secondo l'Istat-Coldiretti, in Umbria le famiglie risparmiano sulla spesa alimentare, privilegiando prodotti economici e di scarsa qualità.

"Purtroppo, crisi economica e sociale portano a questo. Sempre più frequente è la tendenza all'acquisto di cibi preconfezionati in cui gli standard qualitativi rischiano di non essere troppo elevati. Privarsi di nutrienti fondamentali come quelli contenuti in cibi freschi significa andare incontro a seri disturbi, soprattutto dai 50 anni in poi".

Ad esempio?

"Sono frequenti le patologie cardiovascolari, l'osteoporosi e l'invecchiamento precoce. Un'alimenatzione povera di antiossidanti contenuti in frutta e verdura, infatti, può anche manifestarsi con i segni del tempo sulla pelle".

Le vitamine sono importanti ma anche delicate. Come si preservano in cucina?

"Essendo contenute prevalentemente in frutta e verdura, bisogna fare attenzione a non manipolare troppo questi cibi: lavare a sufficienza ma non troppo (soprattutto nei prodotti biologici), non cuocere e non sminuzzare. Niente frullatore e, se possibile, evitare anche la centrifuga, che preserva le vitamine ma elimina le fibre, importanti per contrastare stipsi e abbattere i livelli di colesterolo e trigliceridi".

Nelle farmacie vanno a ruba gli integratori di vitamine e sali minerali. Cosa ne pensa?

"Con un'alimentazione corretta e bilanciata l'uso degli integratori è del tutto superfluo, tranne in quei casi i cui non è possibile assumere le giuste dosi di nutrienti o in quelli di elevato dispendio energetico".

 

Share

Leave A Reply

Your email address will not be published.