Vino, sette milioni per le imprese umbre

Share

Rientrano nel programma nazionale di sostegno: 128 le domande accettate per investimenti e ristrutturazione dei vitigni

di Redazione

Sette milioni di euro per rendere più forte il vino umbro sul mercato nazionale e globale, risorse di cui beneficeranno a breve le imprese vitivinicole che investono per innovarsi e innalzare la qualità del prodotto e della produzione. Nei giorni scorsi gli uffici dell’Assessorato regionale all'Agricoltura hanno concluso l’istruttoria relativa alle domande di aiuto per la concessione di contributi previsti dalla misura degli investimenti e della ristrutturazione vigneti per l’annualità 2013/2014 nell’ambito dal Programma nazionale di sostegno del settore vino – Ocm vino.

Spiega l'assessore Cecchini: “Le diverse misure finanziate con l’Ocm vino e, prossimamente, gli interventi previsti nel nuovo Programma di sviluppo rurale 2014-2020, nel quale avremo a disposizione maggiori risorse per il settore, rappresentano un importante sostegno per la filiera vitivinicola regionale: dalla produzione dell’uva, alla trasformazione e commercializzazione del vino per finire alla promozione, in coerenza con gli obiettivi strategici che abbiamo individuato nel Progetto speciale per il settore vino”.

In particolare, per la misura degli investimenti sono state finanziate 51 domande di aiuto, tra annuali e biennali, presentate da imprese di trasformazione del settore vitivinicolo per un totale di contributi ammessi pari a 4.280.496 euro e un volume di investimenti pari a 10.911.761 euro. La misura, spiega l’assessore, è specifica per il settore vitivinicolo ed ha come obiettivo prioritario di aumentare la competitività delle imprese vitivinicole attraverso investimenti per l’adeguamento dell’offerta alla domanda di mercato e per l’incremento delle vendite di vino.

Le principali tipologie di investimenti finanziate sono state la costruzione/ristrutturazione di impianti aziendali per la produzione, trasformazione, confezionamento, commercializzazione, conservazione e stoccaggio dei prodotti vitivinicoli; la realizzazione e l’allestimento di punti vendita e sale di degustazione di prodotti vitivinicoli; l’acquisto di macchinari e attrezzature per le cantine, recipienti, contenitori e botti, comprese le “barrique”; l’acquisto di hardware, software per la gestione aziendale, stampanti, arredi e mobili per ufficio; la realizzazione di siti Internet per la commercializzazione di prodotti vitivinicoli.

Nell’ambito della misura per la ristrutturazione e riconversione dei vigneti sono state finanziate 77 domande, per un totale di contributi ammessi pari a 1.602.345 euro. Gli interventi finanziati hanno riguardato la ristrutturazione di circa 145 ettari di vigneti attraverso il reimpianto o impianto di vigneti con il rinnovo varietale, la razionalizzazione dei sesti di impianto e delle forme di allevamento e il sovrainnesto.

I contributi saranno liquidati dall’Agea entro il prossimo 15 ottobre successivamente all’esito positivo dei collaudi. A questi contributi si aggiungono quelli già finanziati per l’annualità 2013/2014 nell’ambito della misura della Promozione sui mercati dei Paesi terzi dei vini docg, doc e igt. Nell’ambito di questa misura sono stati finanziati 10 progetti regionali presentati da aziende vitivinicole singole o in forma associata, per un totale di contributi ammessi pari a 1.110.729,17 euro.

I progetti approvati prevedono interventi di promozione sui principali mercati extra Unione Europea. Il contributo previsto è pari al 50% della spesa ammessa. Il progetto presentato dal Consorzio Tutela Vini di Montefalco, rivolto al mercato degli Stati Uniti, è stato finanziato con un contributo aggiuntivo del 20 per cento, con fondi regionali.

“A breve – conclude l’assessore – sarà emanato il nuovo bando regionale ‘Ocm’ vino per la promozione nei Paesi extra Unione europea, con una dotazione finanziaria di oltre 1 milione e 300mila euro”.  

Share

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.