Weekend alla scoperta delle Terre del Grechetto

Share

Da venerdì 25 a domenica 27 luglio, un percorso nel borgo medievale di Civitella d'Agliano tra archeologia, fotografia e il piacere di un grande vino bianco

di Redazione

Un grande vino bianco, il Grechetto, sarà protagonista a Civitella d'Agliano (provincia di Viterbo) da oggi, 25 luglio, fino a domenica 27. Si chiama Nelle Terre del Grechetto” la manifestazione che ospiterà, in questo fazzoletto di terra fra Lazio, Umbria e Toscana, più di 50 cantine per un banco d’assaggio che si svolgerà in un suggestivo percorso con calice e tracolla tra le strette vie medievali del borgo. In degustazione, ci saranno anche i vini della Cooperativa vitivinicola orvietana Cardèto.

L’evento si aprirà alle 18 presso la sala consiliare di Civitella d’Agliano con il convegno moderato da Sergio Mottura: “Grechetto e Pignoletto: nel segno del territorio”. Interverranno Marco Esti, professore di Enologia dell’Università della Tuscia con un lavoro su “Nuovi risvolti olfattivi del Grechetto: il ruolo del vitigno e del lievito”; Daniele Di Mambro, enologo con “La vinificazione dei cloni g5 e g109”; Niccolò Barberani, enologo, presidente del Consorzio di Tutela Vini del Lago di Corbara con “Il Grechetto nel territorio di Orvieto: una grande eterogeneità geomorfologica che converge in un prodotto caratteristico e unico”.

Sabato spazio alla storia. Si parlerà, infatti, di alcune interessanti e recenti scoperte archeologiche che testimoniano la presenza della vite in zona da tempi remoti. Appuntamento alle ore 18 presso il Salone della Cultura di via Marconi nel convegno: “Note preliminari sullo scavo archeologico in loc. Spoletini – Torricella” interverrà il Prof. Marcello Spanu, dell’Università degli studi della Tuscia introduce Maria Letizia Arancio della Soprintendenza per i per i Beni Archeologici dell’Etruria Meridionale.

Appuntamenti da non mancare sono le degustazioni guidate. Nelle tre serate, all’ombra del cassero dei Monaldeschi, Sandro Sangiorgi scrittore, giornalista enogastronomo e direttore di “Porthos”, Giampaolo Gravina, giornalista enogastronomo vice curatore della Guida ai Vini de L’Espresso, e Stefano Asaro giornalista enogastronomo della guida “Slow Wine” di Slow Food, guideranno il pubblico alla scoperta delle caratteristiche di base del vitigno e delle sue evoluzioni territoriali. Durante tutta la manifestazione sarà possibile visitare la mostra fotografica “Enologicamente”, Cassero dei Monaldeschi, orario 10.00 – 24.00 e la sera deliziarsi con i piatti tipici nella piazza centrale.

Share

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.