Autentico ‘Terroir’. I Vini Veri si riuniscono ad Assisi

Share

Appuntamento imperdibile per gli appassionati di vini naturali: lunedì 15 gennaio, dalle 10 alle 17, presso l’Hotel Valle di Assisi (S. Maria degli Angeli).

di Redazione

Sono fatti senza l’utilizzo di prodotti chimici di sintesi e forzature, né in vigna né in cantina, perché ad ogni sorso rispecchino le caratteristiche uniche dei vitigni, del territorio e delle tecniche di produzione. Sono i “Vini Veri”, le etichette dei vignaioli che fanno parte dell’associazione omonima di produttori italiani “secondo natura”. Ogni primavera si riuniscono in un’importante fiera a Cerea, vicino Verona, ma da due anni organizzano anche un meeting in Umbria per gli addetti del settore, enotecari, ristoratori, sommelier e semplici appassionati di vini naturali.

PASSIONE ‘NON CONVENZIONALE’: LA DIFFERENZA  TRA BIOLOGICO, BIODINAMICO E NATURALE

L’appuntamento con ViniVeri Assisi 2018 è per lunedì 15 gennaio, dalle 10 alle 17, presso l’Hotel Valle di Assisi (via San Bernardino da Siena 116, Santa Maria degli Angeli). Una giornata in cui si potranno incontrare 50 produttori da tutta Italia, con le loro 200 etichette di vino, come anteprima della manifestazione di Cerea che si svolgerà invece dal 13 al 15 aprile 2018 (il costo di ingresso è 10 euro, più 5 di cauzione per il bicchiere che verranno restituite all’uscita).

Quest’anno l’appuntamento umbro sarà preceduto, domenica 14 gennaio, da una serie di Cene con i Produttori in undici ristoranti della regione, dove se ne potrà assaggiare una speciale selezione: Il Capanno, Apollinare, La Mangiatoia e Lampone a Spoleto; Re Tartù e Mordecai a Montefalco; Le Dodici Rondini a Foligno; Meunier Champagne & Pizza a Corciano; Società Anonima ed Enonè a Perugia; San Giorgio a Umbertide (è consigliata la prenotazione ).

CANTINA NINNI, IDENTITA’ E NATURALITA’. I VINI VERI DI GIANLUCA PIERNERA

I produttori:

Dalle tante espressioni piemontesi rappresentate dai Barolo di Giuseppe Rinaldi, il Barbaresco di Serafino Rivella, la Barbera di Trinchero, il Moscato passito di Ezio Cerruti e molti altri. Immancabili i vini veneti con La Costa e i prosecchi col fondo di Casa Coste Piane e Volcanalia. Gli “orange wines” friulani (vini prodotti con uve bianche attraverso lunga macerazione sulle bucce) con i Colli Orientali del Friuli di Ronco Severo, il Collio de La Castellada e di Dario Princic, la carsica Vitovska di Vodopivec e Zidarich. Fino allo sloveno Mlečnik.

Presente l’Emilia Romagna con Angol d’Amig, Crocizia, Podere Cipolla e Terraquila. Le Marche con il Kurni di Marco Casolanetti ed Eleonora Rossi, insieme a Valter Mattoni, Maria Letizia Allevi, Irene Cameli, Aldo Di Giacomi, Clara Marcelli. L’Umbria sarà protagonista con Paolo Bea e la Cantina Ninni di Gianluca Piernera, interpreti di Sagrantino e Trebbiano Spoletino.

La Toscana vedrà la partecipazione di Carla Simonetti, Podere Luisa, Pierini & Brugi, Le Calle,  Colombaia, I Mandorli e Fiorella Terni. Poi l’Abruzzo e il suo Montepulciano con Praesidium, il Lazio con la presenza del vino prodotto dalle suore di clausura del Monastero Trappista di Vitorchiano, La Visciola e Giacchino Milana, la Campania di Casebianche e Boccella, la Sicilia con il Censo, la Sardegna di Panevino e la Francia con Laurant Bannwarth.

All’interno della manifestazione sarà possibile acquistare presso un wine shop virtuale molte delle prestigiose etichette presenti in degustazione, non sempre facili da reperire sul mercato.

LEGGI LE REGOLE DI PRODUZIONE DEL CONSORZIO VINI VERI

Share

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.