Vini di Montefalco, un 2017 di successi. Il gioco di squadra premia

Share

Un anno di importanti riconoscimenti per il Sagrantino e per l’Umbria, candidata come ‘Regione vinicola dell’Anno’ secondo Wine Enthusiast.

di Redazione

Vini di Montefalco, un 2017 da incorniciare. Oltre ad aver festeggiato il 25esimo compleanno della Docg Montefalco Sagrantino, quello appena appena trascorso è stato un anno di prestigiosi riconoscimenti per il territorio vinicolo umbro. Una serie di successi che testimoniano la capacità dei produttori di saper giocare in squadra.

Il Sagrantino nel mondo:

sagrantino scacciadiavoliIl grande rosso ottenuto dal vitigno più tannico al mondo si è fatto notare da Wine Spectator, influente magazine americano del vino, che lo ha inserito nella sua lista dei 100 migliori vini al mondo. Un’ambita classifica internazionale alla quale Montefalco ha avuto accesso nel 2017 con il Montefalco Sagrantino Docg Scacciadiavoli (66esimo posto su 100) e, stando alle anticipazioni riguardanti il 2018, con il “Collepiano” 2011 Arnaldo Caprai e il “Colle Grimaldesco” 2006 Tabarrini (l’altra menzione umbra sarà il Torgiano Rosso Riserva “Vigna Monticchio” 2010 Lungarotti).

SAGRANTINO, 25 ANNI DI DOCG. IL SUCCESSO DI IERI, LE SFIDE DI OGGI

Un risultato al quale si aggiunge la candidatura dell’Umbria come “Wine Region of the Year” secondo Wine Enthusiast, altro importante magazine statunitense. Ad eleggerla tra le possibili regioni vinicole dell’anno è stata – secondo Kerin O’Keefe, Italian Editor della testata – “l’autenticità dell’esperienza garantita dal territorio umbro, che lo accomuna ad altri quattro luoghi a grande vocazione enoturistica: Galizia (Spagna), Margaret River (Australia), Sonoma County (California) e la Regione del Sud-Ovest della Francia”. Due successi di particolare rilievo se si considera che quello statunitense è il mercato più strategico per tutti i produttori italiani di vino.

I riconoscimenti italiani:

Ma anche le guide italiane del vino hanno premiato molte etichette prodotte nella denominazione di Montefalco. Tra queste, Vini d’Italia di Gambero Rosso, che ha premiato con 4 “Tre Bicchieri” il Montefalco Sagrantino, e la Guida Veronelli, che ha assegnato 4 Super Tre Stelle. Anche L’Espresso ha incluso nella sua guida I Vini d’Italia 2017 il Sagrantino tra i “Vini da conservare” e il Montefalco Rosso Riserva tra i “Vini da bere subito”. Riconoscimenti ai quali si aggiungono le 5 Chiocciole di Slow Wine, le 3 Corone di Vini Buoni d’Italia, le 5 Quattro Viti di Vitae e i 7 Cinque Grappoli di Bibenda.

La lista completa dei riconoscimenti delle guide italiane:

Guida Veronelli – Super Tre Stelle

  • Montefalco Sagrantino DOCG F.lli Pardi
  • Montefalco Sagrantino DOCG Perticaia
  • Montefalco Sagrantino DOCG Black Label Plani Arche
  • Montefalco Sagrantino DOCG Colle alle Macchie Tabarrini

Gambero Rosso – Tre Bicchieri

  • Montefalco Sagrantino DOCG ’13 – F.lli Pardi
  • Montefalco Sagrantino DOCG Collenottolo ’13 – Tenuta Bellafonte
  • Montefalco Sagrantino DOCG Collepiano ’13 – Arnaldo Caprai
  • Montefalco Sagrantino DOCG Fidenzio ’12 – Tudernum

Slow Wine – Chiocciole alle Cantine

  • Adanti
  • Antonelli San Marco
  • Fattoria Colleallodole
  • Paolo Bea
  • Tabarrini

Vini Buoni D’Italia – Le Corone

  • Arnaldo Caprai: Montefalco Sagrantino Docg 25 Anni 2013
  • Tabarrini: Montefalco Sagrantino Docg Campo alla Cerqua 2013
  • Tenute Lunelli – Tenuta Castelbuono: Montefalco Sagrantino Docg Carapace 2013

Vitae – Quattro Viti

  • Montefalco Rosso DOC Rubium Riserva 2014 – Terre De La Custodia
  • Montefalco Sagrantino DOCG 2013 – Romanelli
  • Montefalco Sagrantino DOCG 25 Anni 2013 – Arnaldo Caprai
  • Montefalco Sagrantino DOCG Campo Alla Cerqua 2013 – Tabarrini
  • Montefalco Sagrantino DOCG Collenottolo 2013 – Tenuta Bellafonte

Bibenda – 5 Grappoli

  • Montefalco Sagrantino DOCG Chiusa di Pannone 2010 – Antonelli San Marco
  • Montefalco Sagrantino DOCG Collepiano 2013 – Arnaldo Caprai
  • Montefalco Sagrantino DOCG 25 Anni 2013 – Arnaldo Caprai
  • Montefalco Sagrantino DOCG Sacrantino 2012 – Cantina Fratelli Pardi
  • Montefalco Sagrantino DOCG Campo alla Cerqua 2013 – Tabarrini
  • Montefalco Sagrantino DOCG Collenottolo 2013 – Tenuta Bellafonte
  • Montefalco Sagrantino DOCG Exubera 2007 – Terre de La Custodia

L’Espresso – I Vini D’Italia 2017

  • Vini da bere subito:Montefalco Rosso DOC Riserva 2014, Antano Milziade
  • Vini da conservare: Montefalco Sagrantino DOCG 2013, Bocale;
    Montefalco Sagrantino DOCG Etnico 2013, Di Filippo.

“Un risultato significativo per il Consorzio e per l’intera filiera vinicola di Montefalco”, spiega il Presidente Amilcare Pambuffetti. “Questi riconoscimenti sono la prova e la conferma che l’amore per l’Umbria e il lavoro di squadra, portato avanti dai produttori per rendere il Sagrantino un vitigno amato e conosciuto a livello internazionale, ci sta portando nella direzione giusta. Oltre a essere una grande soddisfazione, questi premi rappresentano un’autentica vittoria corale”.

Share

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.